…. Tanto il cancello non cade!

…. Tanto il cancello non cade!
Quante volte si sente affermare questo da un produttore al quale viene chiesto se applica alla sua produzione di cancelli il CPR 305/2011/CE e quindi marca CE i cancelli?
Fortunatamente sono ancora pochi gli incidenti gravi causati dai cancelli costruiti e installati in modo non conforme alle normative. In genere infatti il cancello installato in deroga al CPR 305 e alla norma 13241-1, comunque è costruito e installato in modo corretto. Il costruttore infatti, marcatura o meno, sa di essere responsabile di quello che fa’. In base a questo è del tutto corretto supporre che sia inutile sprecare risorse per una marcatura che comunque non garantisce niente.
Per chiarire il concetto di responsabilità indiretta su un prodotto facciamo un esempio:
* Il fabbro X costruisce un cancello per il quale non usa accessori certificati, non adotta in azienda un FPC approvato, non esegue nessuna prova sul cancello durante la costruzione e dopo l’installazione, non redige e rilascia al cliente Y nessuna marcatura e nessuna DoP;
* Il cliente Y usa il cancello, lo fa modificare a suo piacimento da un tecnico sconosciuto (es. automazione), che naturalmente non si assume alcuna responsabilità delle modifiche, e usa il cancello, perchè “Tanto il cancello non cade”;
* Il giorno Z invece il cancello deraglia e cade perchè un fermo di fine corsa è stato manomesso o semplicemente non è stata fatta la manutenzione ordinaria sulle ruote non avendo a disposizione una scheda tecnica dettagliata, o ancora causa incidenti perchè non è stata installata una rete di sicurezza antidito nell’anta o nella recinzione adiacente;
* Il cliente Y fa causa al costruttore del cancello dicendo che lo stesso è stato installato male o è costruito in modo sbagliato, o non gli ha detto che doveva applicare la rete, ecc…
* Il fabbro X non ha nessun documento per attestare il contrario.
Al termine di questa ipotetica situazione, il fabbro può dire che sarebbe stata inutile la Marcatura CE del cancello?
Ma ammettiamo che nessun incidente accada, e il cancello continui a fare correttamente il suo lavoro per sempre. Come farà il cliente Y a sapere quando fare manutenzione al suo cancello? E da chi andrà?
Se il fabbro X ha marcato il cancello, e con esso ha consegnato al cliente l’obbligatorio piano di manutenzione, sicuramente il cliente Y, lo terrà in considerazione per le manutenzioni.
Al termine di tutto questo ci chiediamo, e chiediamo al fabbro: Conveniva fare la Marcatura CE del cancello?

Questa voce è stata pubblicata in CPR 305/2011/CE, Sicurezza dei cancelli e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>