Consorzio SI! Consorzio NO! La terra dei consorzi.

Il titolo per fare il verso ad una canzone ironica di qualche tempo fa’ Ma molto reale!
L’italia sembra proprio essere la terra dei consorzi, forse perchè consorzio in Italia è una parola che riporta alla mente sempre belle cose, magari non più reali ma belle.
Si, perchè dire consorzio ancora oggi ispira un senso di sicurezza, di aggregazione produttiva e di interscambio di idee e novità per far progredire se stessi, la propria azienda e in genere il mondo del lavoro.
E allora iscriviamoci ad un consorzio! Dobbiamo solo trovare quello che fa per noi. Ci sono consorzi per tutto, da quelli per la tutela dei formaggi, a quelli per la salvaguardia del papavero di montagna, a molti altri di cui non credevamo possibile l’esistenza.
Ma per tornare alla nostra realtà di fabbri: a cosa serve consorziarsi? E con chi farlo?
Semplice, dobbiamo trovare un consorzio che gestisca un gruppo di persone con i nostri stessi interessi e trovare un modo di dialogare. Questo è il nostro ideale. Ma allora perchè troviamo decine, o forse più consorzi che promettono tanto, e alla fine danno ben poco? Sono forse solo forme di speculazione, invece che veri consorzi?
Facciamo un caso pratico: Sono un fabbro, e come tutti, o perlomeno molti, ho la necessità di:
1) Scambiare pareri con altri fabbri;
2) Acquistare prodotti e servizi ai migliori prezzi possibili;
3) Proporre i miei prodotti e aprire nuovi mercati, se possibile;
4) Bisogno di quell’innato senso di appartenenza a qualcosa di importante e protettivo;
5) Bisogno di aver un interlocutore serio, affidabile, conveniente, e soprattutto leale.
Sembra il caso adatto per valutare l’aggregazione ad un CONSORZIO! E allora consorziamoci!
Ma vediamo cosa trova di solito un fabbro quando vuole entrare a far parte del poliedrico mondo dei consorzi. Di seguito riportiamo la telefonata, avuta da un nostro cliente con il personale di un consorzio, del quale naturalmente per ragioni di privacy non diciamo il nome, e verso il quale non ci permettiamo muovere alcuna critica morale o professionale:
- FABBRO: Buongiorno sono GIUSEPPE della ditta FERRO & FERRO, vorrei informazioni sul vostro consorzio perchè ho sentito che con voi c’è la possibilità di risparmiare, è vero?
- CONSORZIO: Si certo le passo un responsabile…. Buongiorno sono SILVIO, di CONSORZIO…… mi dica pure.
- FABBRO: Devo fare due cancelli per una scuola, e mi chiedono di marcarli CE, ma sa’ noi non ne facciamo molti, e allora non li abbiamo mai marcati.
- CONSORZIO: Non si preoccupi, con noi potrà marcare tutti i cancelli che deve, anche uno solo.
- FABBRO: Mi sa’ dire il costo per favore?
- CONSORZIO: Ma certo. La pratica di marcatura costa 45,00 Euro. Tutto compreso. Noi le diamo tutti i documenti, ecc….
- FABBRO: Bene. E’ proprio il mio caso. Devo mandarvi un disegno, non so’ un modulo compilato?
- CONSORZIO: Le spiego, prima di tutto deve iscriversi al consorzio, dobbiamo registrarla, e deve frequentare un nostro corso, e poi possiamo farle la pratica di marcatura. Questo perchè noi siamo un consorzio, e i nostri soci hanno diritto a trattamenti speciali.
- FABBRO: Ah! Ma allora con 45,00 Euro io divento vostro associato, mi fate fare il corso e anche la pratica di marcatura? Perfetto.
- CONSORZIO: Mi scusi forse mi sono spiegato male. Il costo è per la pratica, ma prima deve diventare nostro socio con un PICCOLO CONTRIBUTO ANNUALE, poi deve fare il corso AD UN PREZZO SIMBOLICO. (Vedi cosa pensa il fabbro di questo)
Cosa pensa il fabbro di questo: Trattamenti speciali! mi serve solo una pratica, la fanno o no? E quanta roba devo comprare per niente?
- FABBRO: Credo di aver capito, vi farò sapere. Grazie.

L’ITALIA E’ PROPRIO LA TERRA DEI CONSORZI!

Questa voce è stata pubblicata in CPR 305/2011/CE e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>