Il cancello nel rispetto dell’ambiente. Un motivo in più per ottimizzare.

triste felice

Proprio così, sembra strano, ma anche la costruzione di un cancello deve essere vista come azione industriale che deve tutelare, per quanto possibile, l’ambiente.
Il CPR 305 ha introdotto l’importante obbligo di rispetto dell’ambiente durante tutto il ciclo produttivo dei cancelli. Inoltre un fabbro deve sempre prevedere il modo in cui il cancello prodotto verrà smaltito alla fine della sua vita economica.
Un’altra complicazione dunque! ASSOLUTAMENTE NO, anzi dovrebbe essere un’occasione per migliorare i processi produttivi e ottimizzarli ai nuovi standard di rispetto ambientale.
Inoltre, se consideriamo l’aspetto puramente economico, ottimizzando gli sprechi, e quindi l’inquinamento ambientale, saranno ridotti di conseguenza anche i costi per l’approviggionamento dei materiali, e le spese per l’energia consumata.
La conseguenza del ragionamento sembra logica: Viviamo bene in questo “nostro mondo”, e magari risparmiamo pure!
Buon lavoro a tutti.

Questa voce è stata pubblicata in CPR 305/2011/CE e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>